Blog divulgativo sulla matematica applicata

Un'introduzione alle curve di Bezier e al disegno computerizzato

Pierre Bezier e le "sue" curve

PierreBezierChi ha familiarità con software di Computer Aided Design (Disegno assistito al computer) o di fotoritocco, avrà sentito parlare dello strumento delle “Curve di Bezier”.

Il nome di tale strumento è dovuto a Pierre Bezier (1910-1999), un ingegnere francese che lavorava nel settore automobilistico. Egli si trovava ad affrontare problemi relativi alla gestione di macchine a controllo numerico che si occupavano di tranciare lamiere per le auto.

A onor del vero, per stessa ammissione di Bezier, questo strumento fu scoperto all'incirca nello stesso periodo da Paul de Casteljau, fisico e matematico francese che lavorava per un'azienda concorrente, ma all'epoca prevalse il segreto industriale e solo successivamente de Casteljau ricevette il giusto riconoscimento.

Le curve di Bezier sono un classico strumento matematico per la costruzione di curve algebriche a partire da alcuni punti dati, detti punti di controllo, e l'algoritmo per costruirle è legato ad alcuni concetti geometrici e di analisi numerica. L'idea principale è quella di unire coppie di punti mediante curve piane che però abbiano una traiettoria “controllata” da alcuni punti intermedi. Questo è possibile imponendo condizioni sui punti di passaggio e su velocità e curvatura della traiettoria che si intende seguire (quindi bisogna introdurre un controllo sulle derivate nei punti).

Tra le applicazioni principali, come già accennato, lo strumento omonimo presente nei principali software di fotoritocco, ma data la generalità del metodo usato, le curve di Bezier ben si prestano per il disegno vettoriale e per il disegno industriale (non dimentichiamo che nascono nell'ambito dell'industria automobilistica).

Ecco un'immagine molto suggestiva delle potenzialità del metodo introdotto da Bezier:

G 45-90_5373

Una introduzione alla matematica dietro le curve di Bezier

quad_bezierSupponiamo di avere 3 punti non allineati in un piano, A, B e C, che saranno detti punti di controllo, e diciamo di voler costruire una curva che congiunga A con C, essendo tangente in A alla retta passante per A e B, e tangente in C alla retta passante per B e C.

La curva di Bezier che risolve questo problema è data dall'equazione parametrica

\vec{x}(t)=(1-t)^2A+2t(1-t)B+t^2C.

Infatti

\vec{x}(0)=A
e
\vec{x}(1)=C
mentre
\vec{x}'(t)=-2(1-t)A+2(1-2t)B+2tC
da cui si ricava
\vec{x}'(0)=2(B-A) e \vec{x}'(1)=2(C-B)

Questa equazione, di secondo grado, si dice curva di Bezier quadratica.

In generale e possibile costruire curve di Bezier con N punti di controllo, utilizzando i polinomi di Bernstein.

L'equazione generale per le curve di Bezier congiungenti due punti e infatti data da
\vec{x}(t)=\sum_{k=1}^N P_k\cdot B_k^N(t),
dove
B_k^N(t)=\binom{N}{k}t^k\cdot (1-t)^{N-k}

Esempio con 4 punti di controllo:

400px-Bezier_curve.svg

 

Questa breve introduzione mostra alcune potenzialità delle curve di Bezier per problemi di interpolazione e disegno computerizzato. Nel prossimo articolo cercheremo di approfondire alcuni aspetti algoritmici e di capire come questo strumento lavora dietro le quinte dei più noti software di fotoritocco.

CC BY-NC-SA 4.0
This work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 4.0 International License.

Similar posts

Nessun commento ancora

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Iscriviti alla nostra newsletter

Resta aggiornato sui nostri post e su quello che facciamo.

Canale Telegram dedicato alla Matematica

Iscriviti sul nostro canale Telegram

MIA15 - Nomination

Rimani aggiornato sui più interessanti articoli di divulgazione matematica e non solo!

Seguici su Twitter

Tag Cloud

Grazie per il sostegno ai #MIA2015

Grazie a tutti per averci votato ai "Macchia Nera Awards 2015" nella categoria "Miglior Sito Tecnico-Divulgativo".

Siamo arrivati in finale grazie al vostro sostegno!

MIA15 - Nomination